Concerto per Laica: quattro zampe verso il Cielo

0

L’amore è un legame profondo ed incondizionato, ma nel clima attuale troppe volte scomodo; tutto intorno a noi sentiamo e vediamo solo inviti all’odio del diverso.
La storia che voglio raccontarvi parla di amore e di musica e spero riscaldi i vostri cuori.
È una storia vera, che comincia nel 2010 quando Gennaro Stroppolatini, proprietario di Palazzo San Carlo, in Santa Maria Capua Vetere, e Presidente dell’Associazione Amici di Palazzo San Carlo, incontra Laica, un pastore tedesco, abbandonata per una malformazione dal suo precedente padrone. Esatto, parliamo dell’amore di un cane e del suo padrone, un amore diverso e fra diversi, ma non meno puro e sincero di altri tipi di sentimenti

Gennario Strappolatini adotta Laica e la affidandola alle cure dei veterinari e tenendola con sé al Palazzo, anche lui bisognoso di attenzioni e perciò affidato al restauratore Elio Guerra. Ben presto lo stabile torna al suo splendore e la nuova speciale inquilina diviene una vera cerimoniera ottocentesca amata da tutti; presenzia ad ogni evento istituzionale, compresi i concerti inaugurali dedicati al Teatro San Carlo, per sette felici anni. Purtroppo il tempo presenta sempre il suo conto e Laica si ammala; fa però in tempo a sentire un ultimo concerto, questa volta a Lei dedicato ed organizzato da Gennaro insieme all’amico Elio Guerra . L’evento si svolge il 12 maggio sera e tutti i frequentatori del Palazzo San Carlo accorrono per salure ed omaggiare la fedele cagnolina; sul palco si esibiscono in trio Luca Improta, prima viola del Teatro San Carlo, Fabiana Sirigu, al violino e Carlo Feola al pianoforte, eseguendo overture e colonne sonore tratte da film. Particolarmete commoventi l’interpretazione di Meditation, tratta dalla Thaïs di Messenet, brano molto caro alla famiglia Strappolatini, offerta da Fabiana Sirigu e Carlo Feola, e la lettura della lettara inviata dalla Soprintendente del Teatro San Carlo, Rosanna Purchia, impossibilita a presenziare.
«Gli animali ed in particolare i cani hanno sempre fatto parte della mia vita e sempre lo saranno, sono stati i compagni silenziosi ed amorevoli nei momenti difficili ed amici gioiosi nei momenti felici. Sempre vicini con il loro sguardo pieno d’amore donato e senza chiedere nulla in cambio»
Il 13 maggio 2017  Laica lascia per l’ultima volta il Palazzo, ma rimarrà per sempre nei cuori di chi l’ha conosciuta e di chi, semplicemente leggendo questa storia, ha sentito il proprio cuore scaldarsi grazie alla forza dell’amore e della musica.

Stampa
Share.

About Author

Comments are closed.